16 attrazioni turistiche top-rated in Cappadocia

In cima alla hit-list turca di ogni turista, la Cappadocia è un'incantevole regione di vorticosi paesaggi di roccia vulcanica che sembrano essere stati modellati da elfi dispettosi. Gli umani si sono stabiliti in questa zona dall'età del bronzo e hanno lasciato il proprio segno su questo strano e lunatico paesaggio lunare scavando nella morbida roccia vulcanica per vivere. Le attrazioni turistiche principali sono villaggi scavati nelle colline, chiese scavate nella roccia di epoca bizantina con affreschi abbaglianti e città sotterranee labirintiche dove i primi cristiani si nascondevano una volta dagli invasori. È un paese delle meraviglie magico pieno di cose da fare che gli amanti della natura e della storia possono apprezzare.

Vedi anche: Dove dormire in Cappadocia

1 Museo all'aperto di Göreme

Museo all'aperto di Göreme

Appena fuori Göreme il villaggio è il sito protetto dall'UNESCO del Museo all'aria aperta di Göreme, un complesso monastico di chiese scavate nella roccia e celle di monaci che ospitano favolosi affreschi. Il complesso risale al X al XII secolo, quando la Cappadocia era un importante centro religioso bizantino. Ci sono diverse chiese e cappelle all'interno del complesso, ma le più importanti sono le Elmalı Kilise (Chiesa della Mela), con l'affresco dell'Ascensione sopra la porta; il Azize Barbara Şapeli (Cappella di Santa Barbara), con la sua decorazione interna rosso-ocra; Yılanlı Kilise (Chiesa dei serpenti), con le sue pitture murali di San Giorgio e l'interessante affresco dell'ermellino ermafrodita di S. Onofrio; gli affreschi stupendi e superbamente restaurati del Karanlık Kilise (Chiesa oscura); e il cavernoso Tokalı Kilise (Buckle Church), con le sue abbaglianti pitture murali che coprono l'intera camera con volta a botte. Il museo è uno dei luoghi più importanti della Turchia ed è la più famosa attrazione turistica della Cappadocia.

2 Göreme

Göreme

Incredibilmente carino e perfettamente fotogenico, Göreme è stato votato come uno dei più bei villaggi del mondo da diverse riviste di viaggio per una buona ragione. Il villaggio è per metà sepolto nella collina, le sue facciate di case in pietra nascondono un labirinto di stanze scavate nella roccia. Per la maggior parte dei visitatori, tour in mongolfiera sono l'attività principale qui. I palloncini si dirigono verso il cielo sopra Göreme ogni mattina, in picchiata sul lunare delle valli alla periferia del villaggio. L'affresco adornato El Nazar Kilise (Evil Eye Church) e Saklı Kilise (Chiesa nascosta) sono entrambi su Müze Caddesi, a pochi passi dal centro sulla strada per Museo all'aperto di Göreme.

Ubicazione: Cappadocia centrale

3 Kaymaklı Underground City

Kaymaklı Underground City

Le città sotterranee della Cappadocia iniziarono a essere scavate per la prima volta nell'era ittita dell'età del bronzo, ma sono più famose per la loro prima storia bizantina (VI e VII secolo) quando i cristiani della regione presero a vivere in clandestinità per lunghi periodi per fuggire dagli arabi e Invasori persiani. La città sotterranea di Kaymaklı è il più grande esempio di Cappadocia, con un labirinto di stanze collegate da tunnel che si estende per otto livelli. Quattro di questi livelli possono essere esplorati dai visitatori. Dirigersi sottoterra nella labirintica rete di tunnel è un'esperienza affascinante, ma chi soffre di claustrofobia dovrebbe essere consapevole del fatto che alcuni dei tunnel sono estremamente stretti.

4 Museo all'aperto di Zelve

Museo all'aperto di Zelve

Con le sue scogliere rocciose dalla punta irregolare punteggiate da abitazioni rupestri, passeggiare attraverso il Museo all'aperto di Zelve è un'esperienza della Cappadocia del passato. L'insediamento iniziò la sua vita come monastero nel IX secolo e nel XX secolo fu un fiorente villaggio. A causa dell'erosione e dei pericoli della caduta massi, il villaggio dovette essere abbandonato nel 1952. Ora l'intera valle è un museo. Ci sono un paio di cappelle interessanti da vedere - il Üzümlü Kilise (Chiesa dell'uva) è la più intatta - e piuttosto pittoresca moschea scavata nella roccia. Ma la vera gioia di questo sito sta serpeggiando lungo i sentieri della scogliera, esplorando gli interni anneriti dal fuoco delle abitazioni rupestri e fissando le magnifiche viste sulla campagna circostante.

5 Città sotterranea di Derinkuyu

Città sotterranea di Derinkuyu

La città sotterranea di Derinkuyu è il rifugio sotterraneo più profondo della Cappadocia, e proprio come Kaymaklı, era usato dai primi cristiani per nascondersi dall'attacco. I tunnel qui sono piuttosto claustrofobici in luoghi mentre viaggiano sempre più a fondo nel terreno. C'è una zona cappella cavernosa e molte aree di vita e di stoccaggio da esplorare in questo labirinto sotterraneo. Si può anche vedere l'ingegnoso sistema di pozzi di ventilazione usato dagli abitanti di Derinkuyu. Le città sotterranee di Derinkuyu e Kaymaklı sono abbastanza vicine per vederle entrambe durante una gita di un giorno, ma se vuoi vederne solo una, Derinkuyu è meno popolare con i grandi carichi di pullman turistici, quindi è più probabile che tu possa esplorare i tunnel qui senza ostacoli dalla folla.

6 Valli rosse e rosa

Valli rosse e rosa

Le più belle valli intrecciate della Cappadocia si trovano tra i villaggi di Göreme e Cavusin. Qui, le pareti rocciose ondeggianti si aprono attraverso la campagna in una palette di scogliere color rosa pastello, giallo e arancione, formate dall'esplosione vulcanica e da millenni di erosione del vento e dell'acqua. Tra le scogliere vi sono rigogliosi frutteti e orti ancora coltivati ​​dai contadini locali, mentre scavate nella roccia sono chiese nascoste e nascondigli dell'eremita, che risalgono all'era bizantina.

Ci sono dozzine di sentieri escursionistici, quindi è l'occasione perfetta per prendere le scarpe da passeggio e uscire sui sentieri. Tre attrazioni particolari all'interno di Rose Valley sono le Kolonlu Kilise (Chiesa a colonne); Haçlı Kilise (Chiesa della Croce), con la sua gigantesca croce scolpita nel soffitto della caverna; e il Uç Haçlı Kilise (Chiesa delle Tre Croci), con le sue incisioni sul soffitto incredibilmente conservate e gli affreschi interessanti (benché gravemente danneggiati).

7 Ihlara Valley

Ihlara Valley

La valle stretta e verdeggiante in fondo a questa gola profonda (100 metri) nella Cappadocia sudoccidentale è una delizia per gli amanti della natura. Circondato da aspre e ripide scogliere, Ihlara Valley è un lussureggiante Eden di alti pioppi e fertili appezzamenti agricoli accanto al balbettante fiume Melendiz, che scorre per 14 chilometri da Villaggio Ihlara a Villaggio Selime. Durante il periodo bizantino, questo era un rifugio privilegiato per le comunità monacali ermetiche, che scolpivano chiese e complessi monastici nella parete rocciosa. Il Kokar Kilise (Chiesa profumata), Yılanlı Kilise (Chiesa dei serpenti), e Kirk Dam Altı Kilise (Chiesa di San Giorgio) sono tre dei migliori, ma ci sono molti altri da vedere lungo la strada. Al villaggio di Selime, il picco roccioso di roccia di Monastero di Selime vale anche una visita.

Ubicazione: Cappadocia meridionale

8 Cavusin

Le principali attrazioni nel villaggio dinky di Çavusin sono due belle chiese bizantine. Dall'ingresso in città è il Çavusin Church (conosciuta anche come la Big Pigeon House Church, per essere stata utilizzata come piccionaia locale nei primi anni del 20 ° secolo) con uno splendido interno di affreschi. Nel vecchio centro del villaggio, dopo aver fatto un'escursione in alto sulla cresta sopra il tumble di case abbandonate, si trova il Chiesa di San Giovanni Battista. Si pensa che sia la chiesa più antica della Cappadocia, e le sue proporzioni basilicali e le colonne grasse sono uno spettacolo impressionante.

Posizione: 2 chilometri da Goreme

9 Soǧanlı

Soǧanlı

Le valli gemelle di Soǧanlı sono disseminate di pinnacoli rocciosi a forma di piramide che sono stati scavati per la prima volta in epoca romana. Quando il periodo bizantino era in piena fioritura, Soǧanlı era diventato un importante centro monastico, i suoi pinnacoli di roccia ospitavano cappelle e celle di monaci. Il Karabaş Kilise (Chiesa Black Hat), Yılanlı Kilise (Chiesa dei serpenti), e Saklı Kilise (Chiesa nascosta) hanno gli affreschi meglio conservati in questo gruppo di cappelle.

Soǧanlı è un posto eccellente per una gita di un giorno, con la strada che porta qui disseminata di villaggi tranquilli e siti storici interessanti. Due delle migliori attrazioni per fermarsi sono l'era bizantina Monastero di Keslik e le antiche rovine di Roman SOBESOS.

Ubicazione: Cappadocia meridionale

10 Paşabaǧ

Paşabaǧ

Gli aghi da roccia a forma di fungo della valle di Paşabaǧ lo hanno reso uno dei monumenti più famosi della Cappadocia. Nel primo periodo bizantino, una comunità religiosa che era discepola di St. Simeon Stylites (un monaco del 4 ° secolo, che passò la sua vita in cima a un pilastro nel nord della Siria) dedicò le loro vite alle loro pratiche di stilista qui. Invece di pilastri, però, hanno scolpito le celle dei monaci in alto nei pinnacoli per condurre una vita eremitica di preghiera. Una di queste celle di monaci può ancora essere visitata. Un viaggio nella valle di Paşabaǧ è facilmente combinato con una visita a Museo all'aperto di Zelve. I siti si trovano a circa due chilometri di distanza sulla stessa strada.

Ubicazione: Avanos-Goreme Road

11 Uçhisar

Uçhisar

Il villaggio di Uçhisar è dominato da un mammut fortezza scavata nella roccia crivellato di tunnel e caverne. Proprio come le città sotterranee della regione, questo affioramento roccioso ha fornito agli abitanti dei villaggi protezione dagli invasori durante l'epoca romana e bizantina. La fortezza può essere scalata fino alla cima, dove si viene ricompensati con panorami mozzafiato sulle valli ondulate che circondano il villaggio. Uçhisar è anche un buon punto di partenza per passeggiate nella valle. In particolare, da qui partono i sentieri che attraversano la Valle dei piccioni e la White Valley Göreme facendo una passeggiata molto panoramica tra i villaggi.

Ubicazione: Cappadocia centrale

12 Avanos

Avanos

Avanos è una vivace città di provincia accanto al fiume Kızılırmak. La parte più antica della città si inerpica sulla collina in un labirinto di strade acciottolate fiancheggiate da fatiscenti palazzi ottomani. L'attrazione principale di Avanos è la sua ceramica. Questa città ha una storia dell'industria della ceramica che risale al periodo ittita e ora, come allora, gli artigiani locali utilizzano la caratteristica argilla rossa del fiume Kızılırmak per il loro artigianato. Le botteghe e i negozi di Potter si trovano lungo la strada principale nel centro della città, vicino al fiume, e molti dei loro proprietari sono felici di lasciarti a vederli lavorare o provare a creare un semplice piatto da soli.

Il nuovo museo della città, il Museo della ceramica di Guray, celebra questo patrimonio di ceramica con una sorprendente collezione di ceramiche provenienti da tutta la Turchia. Vale anche la pena di visitarlo semplicemente per la sua posizione: una serie di grotte scavate sotto il Guray Pottery Workshop.

Ubicazione: Cappadocia centrale

13 Monastero di Eski Gümüşler

A soli 10 chilometri a nord-est della città di Niǧde, nell'estremo sud della Cappadocia, si trova il monastero di Eski Gümüşler. Questa chiesa rupestre ha alcuni affreschi molto impressionanti che rivaleggiano con quelli delle chiese più famose vicino a Göreme. I dipinti risalgono all'XI secolo e comprendono l'Annunciazione e la Vergine Maria con il piccolo Gesù fiancheggiato dagli Arcangeli Gabriele e Michele.Altrettanto interessante come gli affreschi è la serie di tunnel mazy che puoi esplorare all'interno del complesso che è stato recentemente restaurato e aperto al turismo. Sono un po 'di spremere in alcune parti ma è molto divertente arrampicarsi.

14 Kayseri

Kayseri

La maggior parte dei visitatori vede Kayseri solo per andare e tornare dall'aeroporto, ma questa vivace città ha una manciata di interessanti monumenti selgiuchidi e ottomani per coloro che hanno del tempo libero. Il Cittadella è proprio nel centro della città, spremuto tra negozi moderni e strade trafficate. Il ben conservato Çifte Medrese a Mimar Sinan Parkı è stata una delle prime scuole mediche del mondo ed è ora sede di Museo della Civiltà Seljuk, con una collezione di artefatti splendidamente curata che spazia dal tessile alla gioielleria, dalla ceramica alla lavorazione della pietra. Kayseri di Museo Archeologico è anche degno di una sbirciatina per i suoi reperti provenienti dagli scavi ittiti di Kültepe. Monte Erciyes ti guarda dall'alto da dove ti trovi in ​​città. La città si trova a breve distanza dalla montagna (la più alta della Cappadocia) e dal suo inverno piste da sci. Solo a sud-est c'è il caravanserraglio Seljuk di Sultanhanı, una buona sosta se stai andando verso Sivas.

Ubicazione: Cappadocia centrale

Mappa di Kayseri - Attrazioni

15 Hacibektas

Hacibektaş è un centro di pellegrinaggio per i seguaci dell'ordine dei dervisci di Bektaşı, fondato dal filosofo iraniano e dal sufi Haci Bektaş Veli. Il Museo qui è un luogo di grande culto devozionale, tra cui la tomba di Haci Bektaş Veli e molte mostre interessanti sulla fede.

Sulla strada tra le città di Nevşehir e Hacibektaş si trova il villaggio di Gulşehir, che ospita due interessanti attrazioni. Il monastero scavato nella roccia di Açık Saray fu probabilmente usato dai monaci nel sesto e settimo secolo e contiene un numero di interessanti stanze scavate nella roccia. Un po 'più in basso l'autostrada è il 13 ° secolo Chiesa di San Giovanni, che è raramente visitato nonostante abbia un interno assolutamente ricoperto da affreschi gloriosamente colorati e ben restaurati.

Ubicazione: Cappadocia settentrionale

16 Ürgüp

Ürgüp non ha molti dei suoi veri e propri luoghi d'interesse, ma è un luogo popolare in cui soggiornare per i visitatori della Cappadocia grazie ai suoi hotel boutique e alla buona scena del ristorante. Le reliquie del periodo Seljuk includono il Moschea Karamanoǧlu (che risale al 13 ° secolo) e il Altı Kapı Türbesi (una tomba costruita da un principe Seljuk per la sua famiglia). Il città vecchia sezione, che corre su per la collina lontano dal centro moderno, ha anche alcune belle vecchie case in pietra ottomana, molte delle quali sono state finemente restaurate e ora sono boutique hotel.

Nelle vicinanze si trova il piccolo villaggio di Mustafapaşa, che fino alla Scissione della popolazione del 1923 con la Grecia aveva una comunità mista di greci e turchi, e molte delle vecchie case di pietra che ancora fiancheggiano le tranquille strade di ciottoli sono i resti dei suoi abitanti greci ormai scomparsi. Il Chiesa di Agios Konstantinos-Eleni è proprio nel centro della città, mentre il 12 ° secolo Ayios Vasilios Church si trova camminando su per la collina fino alla cresta. Alcune piccole chiese rupestri sono anche appena fuori città nel nome appropriato Monastery Valley.

Ubicazione: Cappadocia centrale

Dove dormire in Cappadocia per visite turistiche

Consigliamo questi hotel e pensioni unici tra i paesaggi aspri e rocciosi della Cappadocia:

  • Hezen Cave Hotel: hotel grotta di lusso, con vista su un castello, arredamento elegante, servizio eccezionale, colazione deliziosa.
  • Kelebek Special Cave Hotel: prezzi di fascia media, tema delle grotte, personale meraviglioso, camere con pareti rocciose, colazione biologica, piscina all'aperto.
  • Jacob's Cave Suites: tariffe convenienti, splendidi panorami, calda ospitalità, ampio giardino, colazione gratuita e tè pomeridiano.
  • Riverside Mansion Hotel: hotel economico, proprietari amichevoli, bella vista sul fiume, colazione e parcheggio gratuiti.

Mappa della Cappadocia