11 attrazioni turistiche top-rated nella regione di Mount Nemrut

Per la maggior parte dei visitatori, dirigersi verso la regione dell'Anatolia sud-orientale della Turchia significa una cosa: un viaggio verso le possenti teste di pietra del Monte Nemrut. Le statue di Nemrut del re Antioco possono essere la principale attrazione turistica, ma i paesaggi grezzi del ripido altopiano e delle cime nella regione del Monte Nemrut ospitano molte altre opportunità turistiche e cose da fare per chi è interessato alla storia e alla cultura tradizionale della Turchia. Vicino alla montagna ci sono molti luoghi di culto e sepoltura dall'era di Commagene, mentre destinazioni come Old Malatya e Darende hanno un'atmosfera persa in tempo che non può essere battuta.

1 Mount Nemrut (Nemrut Daǧı)

Mount Nemrut (Nemrut Daǧı)

Le più famose attrazioni turistiche della Turchia sudorientale sono le maestose teste di pietra sulla cima del monte Nemrut. Scoperte nel 1881 da un ingegnere tedesco, le statue segnano il tumulo funerario del re Antioco di Commagene (64-34 aC), che aveva astutamente trasformato questa piccola parte dell'Anatolia in un regno indipendente tra Roma e la Persia. Più tardi, i terremoti hanno abbattuto le teste alte due metri dalle statue torreggianti e ora si siedono per terra. La maggior parte dei visitatori arriva all'alba o al tramonto, quando le teste di pietra brillano nella luce dorata.

Posizione: Mt. Nemrut National Park

  • Leggi di più:
  • Alla scoperta di Mount Nemrut: una guida per i visitatori

2 Arsameia (Eski Kale)

Arsameia (Eski Kale)

Fondato nel 3 ° secolo aC, questo luogo di culto e sepoltura era la residenza estiva dei sovrani di Commagene. Oltre ai resti di gradini e edifici sull'altopiano sommitale (con mosaici del II secolo aC), vi sono numerosi rilievi e rock-camere sulla strada verso l'alto. Il primo grande sollievo stele raffigura il dio Mitra-Helios, mentre il rilievo medio mostra il re di Commagene Mitridate e suo figlio Antioco I. Da qui, c'è un tunnel di roccia che conduce a una camera funeraria. Un ulteriore rilievo raffigura Mitridate che stringe la mano al semidio Ercole.

Posizione: Mt. Nemrut National Park

3 Cendere Bridge

Cendere Bridge

Questo ponte romano ben conservato attraversa il fiume Cendere (l'antico fiume Chabinas) in un punto in cui il fiume emerge da un'imponente gola nell'ampia valle del Kahta. Fu costruito tra il 198 e il 200 dC da un generale romano di stanza a Samsat (antica Samosata) e dedicato a Settimio Severo, sua moglie Giulia Domna e ai loro figli Caracalla e Geta. Secondo un'iscrizione, quattro città di Commagene hanno finanziato l'edificio. Se hai il tuo mezzo di trasporto, il ponte di Cendere fa un buon viaggio di mezza giornata in combinazione con Arsameia e Karakuş.

Posizione: Mt. Nemrut National Park

4 Karakuş

Karakuş

Per i fan della storia che vogliono approfondire un po 'il regno di Commagene, un viaggio in questo Commagene tumulo (luogo di sepoltura) vale la pena il tempo. Fu eretto da Mitridate II (36-20 aC) in memoria di sua madre Isia, sorella Laodice e nipote Aka. Delle originali tre coppie di colonne che un tempo decoravano questo punto, sopravvivono solo quattro colonne. Controlla la colonna più a sud per vedere l'aquila che incorona la cima e la colonna di nord-est, con la sua scultura di tori conservata in cima.

Posizione: Mt. Nemrut National Park

5 Intorno Adıyaman e Kahta

Intorno Adıyaman e Kahta

Adıyaman è un vivace centro provinciale che non ha molto in termini di attrazioni turistiche. Nella città vecchia, i visitatori possono vedere le rovine del Hisn Fortezza di Mansur, che risale al primo periodo omayyade e fu successivamente restaurato dal califfo abbaside Haroun al-Rachid (789-809 d.C.). Anche nel centro storico è una tomba islamica interessante, il Ebu-Zer Gaffer Türbesi. Kahta (35 chilometri a est) è ancora meno dotata di attrazioni turistiche ma è la città più vicina alle attrazioni turistiche di Mt. Nemrut National Park, così tanti visitatori scelgono di rimanere qui. Circa 30 chilometri a sud di Adıyaman è il vasto Diga di Atatürk si estende su un'area di 817 chilometri quadrati. La diga è un elemento chiave in una serie di dighe del Tigri e dell'Eufrate conosciute come GAP Project.

Posizione: Adiyaman si trova a 70 chilometri a sud-ovest del Monte. Nemrut National Park

6 Malatya

Malibia reibai / foto modificata

Come la storia turca va, Malatya è una città nuova con il suo centro solo 150 anni. Per secoli, questo sito era semplicemente il sobborgo del giardino di Aspuzu, che serviva la popolazione di Vecchio Malatya nelle vicinanze. Nell'inverno del 1838, le truppe ottomane furono alloggiate nell'Antica Malatya e la lasciarono in rovina. Quando la popolazione tornò, si trasferirono ad Aspuzu, e il moderno Malatya nacque. C'è un interessante Museo Etnografico su Simena Caddesi e il Museo Malatya (Fuzuli Caddesi) vale la pena scattare per le sue mostre dagli scavi di Aslantepe.

Posizione: 95 chilometri a nord del Monte. Nemrut National Park

7 Aslantepe

Sebbene possa essere poco conosciuto al di fuori dei circoli archeologici, Aslantepe è un sito importante. Gli scavi qui hanno portato alla luce i resti della città neo-ittita di Milidia e anche i ritrovamenti della dominazione dell'era assira successiva. Le rovine più importanti dissotterrate sono i resti di un ritardo Palazzo dell'epoca ittita così come grandi lastre di pietra con iscrizioni in rilievo e monumentali portali di leone. Gli eccellenti pannelli informativi del sito spiegano la sua importanza per la conoscenza archeologica e aiutano davvero la vostra comprensione.

Posizione: 6 chilometri da Malatya

8 Old Malatya (Battalgazı)

Le rovine di Vecchio Malatya giacciono sulla vecchia strada per Erzincan e Sivas.Circondata da pioppi e frutteti, questa antica città fortificata è molto suggestiva. Puoi ancora vedere i resti del Mura bizantine sul lato meridionale, con fossati difensivi, bastioni a torre e quattro porte ancora in piedi. L'ora parzialmente sepolto Ulu Camii (moschea) fu costruita nel 1247 sulle fondamenta di una moschea più antica del VII secolo. All'interno, si può passare attraverso il cortile interno e il divano, decorato con piastrelle smaltate, nella stanza di preghiera a cupola. Il Yeni Camii date vicine dall'era Seljuk. Nel nord-est della città sorge Mustafa Paşa Hani, un caravanserraglio ben conservato fondato tra il 1623 e il 1640.

Ubicazione: a 12 chilometri da Malatya

9 Darende

Dominato dal medievale Castello di Zengibar, il villaggio piuttosto affascinante e tradizionale di Darende è situato lungo un fiume in una bella gola, con grandi opportunità di rafting nel Tohma Canyon. Solo nel 1840 il castello era ancora occupato da almeno 40 case, ma nel 1890 i locali abbandonarono il loro posatoio sulla collina. Una stele ittita del dio Sarruma è stata rinvenuta all'interno del castello. Durante i fine settimana estivi, i locali affollano la gola qui per fare un picnic, il che può conferire al posto qualcosa di un'atmosfera da carnevale. Per un'esperienza più tranquilla, vieni in un giorno feriale.

Ubicazione: 100 chilometri a ovest di Malatya

10 Elbistan

La città di Elbistan è dominata dalle fortificazioni medievali di Kız Kalesi castello cinque chilometri a ovest. Il castello segna la posizione dell'ex Elbistan-Kara (o Elbistan segreto). I reperti qui includono una ciotola di pietra appartenente ad un culto di adoratori del sole e figurine dell'epoca ittita della dea Anahita. A soli cinque chilometri a nord-ovest della città, sulla piana dell'Elbistan, si trova il Karahüyük sito archeologico. Gli archeologi che lavorano in questo insediamento ittita hanno portato alla luce molti reperti interessanti, tra cui una stele commemorativa di un principe ittita, che è ora esposta ad Ankara Museo delle civiltà anatoliche.

Ubicazione: 126 chilometri a ovest di Malatya

11 Afsin

Appena a ovest della città di Afsin sono le antiche rovine di Arabissos, che si sviluppò come crocevia per due principali rotte commerciali da est a ovest. Anche di interesse qui sono le rovine di periodo di Seljuk, che consistono di una moschea, un caravanserraglio e un ribat. Il rovinato caravanserraglio è costituito da una sala invernale a quattro corsie asimmetrica con due sezioni separate. Il moschea ha una sala di preghiera a tre navate e tetto piatto, mentre l'allegato Ribat ha un labirinto di stanze e un tipico portale ad arco acuto in selgiuchide. Le rovine romane di Castaballa sono 15 chilometri a nord-est. A nord di Afşın, sulla vecchia strada per Kayseri, si trova il Seljuk Kuruhan (caravanserraglio), e altri cinque chilometri lungo la strada, il castello Seljuk di Hurman Kalesi, che controllava simultaneamente tre passi di montagna.

Ubicazione: 130 chilometri a ovest di Malatya

Altre attrazioni degne di nota

Cermik

La fortezza medievale di Çermik Kalesi sta a guardia della città. Solo a sud ci sono alcune formazioni rocciose molto impressionanti nelle alture calcaree di Devkan Tepesi.

Ubicazione: 60 km a nord-ovest di Dıyarbakır

Eǧil

Appena a sud-est della città di Eǧil, un antico forte appollaiato su una ripida roccia alta sopra la gola del fiume Tigri superiore. Si pensa che sia stato costruito nel primo millennio aC. Ci sono anche resti di tombe di roccia nelle scogliere qui. Se le condizioni sono giuste, nella tarda giornata, è possibile scorgere un rilievo di origine assira (risalente al 720 aC circa) sulla roccia della fortezza, raffigurante un dio armato di ascia e spada.

Ubicazione: 50 km a nord di Dıyarbakır

silvestre

silvestre probabilmente si trova sul sito dell'antica capitale armena di Tigranocerta. Il Moschea di Selaheddin-i Ayyubi fu costruito qui nel 1185, incorporando colonne di una basilica bizantina. Ha un ingresso impressionante con un fregio a rosetta e rilievi.

Ubicazione: 100 km a est di Dıyarbakır

Hekimhanı

Il Seljuk Hekimhanı (caravanserraglio) si trova nel piccolo villaggio di Hekimhan. Il complesso è stato fondato dal medico di Alaeddin Kaykobad I e consiste in un cortile estivo quadrato al centro di una sala invernale a tre navate.

Ubicazione: 78 km a nord di Malatya

Mappa Diyarbakir - Attrazioni