Visitare la Reggia di Versailles: 10 principali attrazioni, consigli e tour

Castello di Versailles

In un'epoca di assoluta monarchia, la Reggia di Versailles è stata progettata per stupire. Il re Luigi XIV voleva che il suo palazzo ispirasse invidia in ogni re e ammirazione per ogni nobile. Il castello di Versailles divenne il fiore all'occhiello di Luigi XIV, il suo simbolo del potere. Dopotutto, era il "Re Sole" attorno al quale ruotava il mondo. Di conseguenza, trasformò la piccola casa di caccia di suo padre Luigi XIII in un magnifico palazzo. L'architetto Jules Hardouin-Mansart ha creato una spettacolare facciata barocca e interni monumentali. Con il suo ingresso maestoso e le splendide sale di ricevimento, il castello spesso imitato ha fissato lo standard per le corti reali nel 17 ° secolo.

L'ambiente naturale idilliaco di Versailles ha fornito un bellissimo sfondo per il castello ma ha anche servito a un altro scopo. La posizione ha distanziato i nobili dalla loro base a Parigi. Quando i cortigiani arrivarono a Versailles, erano sul terreno di Luigi XIV, e la grandiosità del palazzo ricordava loro la gloria del re. Successivi monarchi Luigi XV e Luigi XIV hanno lasciato il segno con dettagli finemente dorati e intrattenimento sontuoso. Tuttavia, la festa si è conclusa con la rivoluzione francese. Ora la Reggia di Versailles è un monumento protetto dall'UNESCO e una delle principali attrazioni turistiche della Francia, offrendo una finestra sull'opulento stile di vita regale di un'epoca passata. È possibile raggiungere Versailles da Parigi con una combinazione di metropolitana e treno, ma un modo più conveniente è quello di partecipare a un tour di un'intera giornata a Versailles da Parigi che include il trasporto diretto in autobus o van.

1 Sala degli specchi (Galerie des Glaces)

Sala degli specchi (Galerie des Glaces)

La scintillante Hall of Mirrors è la stanza più famosa di Versailles. Architetto Jules Hardouin-Mansart ha inventato un look completamente nuovo e spettacolare per questa stanza. La sala lunga 73 metri è fiancheggiata da 17 enormi specchi ornamentali, ciascuno in 18 segmenti. Questo insieme di oltre 300 segmenti di specchio crea un effetto sorprendente. La stanza brilla di luce solare che entra dalle finestre e si riflette sugli specchi. Lampadari di cristallo stravaganti, statue dorate e meravigliosi dipinti sul soffitto si aggiungono alla grandezza. Progettato per impressionare, questo corridoio era il passaggio tra gli appartamenti del re e della regina nei Grands Appartements. In questa splendida sala, i cortigiani attesero il re e la regina. Ammirando lo spazio travolgente, si può immaginare che i nervosissimi nervosismi debbano averlo sentito.

In questa sala storica, l'impero tedesco fu proclamato nel 1871 e il trattato di Versailles fu firmato nel 1919. Alle due estremità della Hall of Mirror ci sono altre due magnifiche sale: la Salon de Guerre (War Salon) con dipinti raffiguranti vittorie militari e il Salon de Paix (Salone della Pace) con un dipinto a soffitto di Le Brun e ritratto di Luigi XVI di François Lemoyne. La Hall of Mirrors si affaccia sul Parterre d'Eau (Parterre d'acqua), le piscine ornamentali dei giardini formali del castello.

2 King's Grand Apartments (Grands Appartements du Roi)

King's Grand Apartments (Grands Appartements du Roi) Tilo 2007 / foto modificata

I Grands Appartements du Roi (chiamati anche "Appartement de Parade") rappresentano gli Appartamenti di Stato, l'area pubblica del castello in cui si sono svolti incontri e cerimonie ufficiali. In queste sale gloriose, il re teneva corte tutte le mattine dalle 6 alle 10. I saloni (sale di ricevimento) prendono il nome da divinità classiche, creando un legame tra il regno di Luigi XIV e la storia del mondo occidentale.

  • Salon d'Hercule Caratteristiche Il trionfo di Ercole soffitto dipinto di François Lemoyne e due dipinti veronesi donati a Luigi XIV dalla Repubblica di Venezia.
  • Salon de l'Abondance è decorato con molti oggetti preziosi ed era il luogo in cui venivano serviti rinfreschi per le serate serali.
  • Salon de Vénus mostra l'originale decorazione del palazzo in marmo (comprese le pareti di marmo, le colonne classiche e le statue) che Luigi XIV ha favorito per riflettere il suo potere e la sua gloria.
  • Salon de Diane mostra il dipinto di Diana a Versailles di Gabriel Blanchard e il busto di Luigi XIV del Bernini.
  • Salon de Mars è celebrato per lo squisito dipinto di Maria Antonietta e dei suoi tre figli di Madame Vigée-Lebrun.
  • Salon de Mercure presenta un rinomato dipinto a soffitto Mercurio sul suo carro trainato da due cazzi di Jean-Baptiste de Champaigne.
  • Salon d'Apollon è decorato con preziosi arazzi e ha un favoloso dipinto a soffitto di Apollo nel Carro del Sole di Charles de la Fosse. Sopra il camino è il famoso ritratto del re in una tunica guarnita di ermellino.
  • Chambre du Roi fa parte dell'area pubblica del castello. Sebbene possa sembrare strano che la camera da letto del Re faccia parte degli Appartamenti di Stato, le famose cerimonie della "Lever du Roi" (Rising of the King) al mattino e il "Coucher du Roi" (Bedtime of the King) nel la serata si è svolta qui, quando il re ha concesso il pubblico.
  • Cour de Marbre: Le sale di ricevimento dei Grands Appartements sono organizzate attorno all'imponente cortile in marmo.

3 Queen's Grand Apartment (Grand Appartement du Reine)

Queen's Grand Apartment (Grand Appartement du Reine) Julien LOZELLI / foto modificata

Accanto ai King's Grand Apartments, il Queen's Grand Apartment contrasta l'arredamento del re maschile con una sensibilità più femminile. Le camere sono fiorite e delicate nello stile. L'arredamento è stato conservato dai tempi di Maria Antonietta.

  • Chambre de la Reine (Camera da letto della regina): questa era la camera da letto della regina e dove avrebbe ricevuto gli ospiti in privato.La camera da letto divenne uno spazio pubblico quando la regina diede alla luce i suoi figli di fronte a un pubblico. La Queen's Bedroom è stata creata per la regina Maria Teresa e aggiornata per Marie-Antoinette. I soffitti in stile rococò raffigurano le quattro virtù di una regina: compassione, generosità, saggezza e fedeltà. L'armadietto dei gioielli a sinistra del letto fu un dono a Maria Antonietta della città di Parigi due anni prima della Rivoluzione.
  • Appartements de Marie-Antoinette: Dietro il Grand Apartment, Marie-Antoinette aveva diverse stanze private decorate nel suo stile femminile. Qui avrebbe letto, dipinto o incontrato i suoi amici più cari. Il Gabinetto Doré (studio dorato) fungeva da sala da musica, il Gabinetto della Méridienne era usato principalmente dai servi di Maria Antonietta e il Gabinetto del Billard era la sala da biliardo.
  • Salon des Nobles: Questo salone era l'anticamera della regina Marie-Thérèse. Marie-Antoinette ha completamente rinnovato la stanza con carta da parati a strisce damascate, mobili maestosi e un magnifico camino in marmo.
  • Antichambre du Grand Couvert: In questa sontuosa sala, il Re serviva i suoi pasti secondo rigorosi protocolli. Il rituale era una specie di rappresentazione pubblica in cui la famiglia reale prendeva posto al tavolo e, una volta seduti, le duchesse, le principesse e le persone di alto rango potevano sedersi.
  • Salle des Gardes (Sala delle guardie): il corpo della regina di 12 guardie del corpo ha usato questa stanza per svolgere i loro compiti; sono rimasti in questa stanza tutto il giorno e la notte. I dipinti sul soffitto e le pareti di marmo risalgono al tempo di Luigi XIV. Le quattro immagini negli archi rappresentano virtù divine con esempi dell'antichità.

4 Appartamenti privati ​​del re (Appartements Privés des Rois)

Dietro i Grand Apartments si trovano gli appartamenti privati ​​del re Luigi XV e del re Luigi XVI. Questi appartamenti offrono una visione storica della vita privata (compresi gli eventi sociali) della famiglia reale francese. Questa zona del castello è accessibile solo facendo un giro guidato (non incluso nel biglietto standard del Palace).

  • Chambre de Louis XV: Questa camera in stile rococò è stata progettata da J.A. Gabriel nel tardo XVIII secolo. In questa stanza serena, Luigi XV poteva rilassarsi e allontanarsi dal galateo cerimoniale della corte.
  • Salle à Manger des Retours de Chasse (Sala da pranzo After-the-Hunt): le cene ospitate da Luigi XV una o due volte alla settimana in questa stanza dorata, invitando i signori e le signore che lo accompagnavano alla caccia. Molti nobili hanno cercato questo prestigioso invito.
  • Salle à Manger des Porcelaines (Sala da pranzo in porcellana): Luigi XVI e Maria Antonietta hanno consumato i pasti qui, comprese cene private e banchetti ufficiali.
  • Opéra Royal: Questo glorioso Teatro dell'Opera privato è uno dei più belli del suo genere. Costruito da Jacques-Ange Gabriel per Luigi XV, l'auditorium fu completato nel 1770 poco prima del matrimonio di (il futuro re) Luigi XVI con Maria Antonietta. Il Teatro dell'Opera presenta un armonioso colonnato neoclassico di colonne ioniche. L'interno è riccamente decorato, con bronzo dorato, marmo e specchi.
  • Chapelle Royale: La cappella di Versailles fu iniziata da Jules Hardouin-Mansart nel 1699. Le guerre ritardarono la costruzione e la cappella fu completata dal cognato di Mansart, Robert de Cotte, nel 1710. Luigi XIV usò questa squisita cappella quando fu aperta nel 1710. In precedenza, egli adorava in una cappella sul sito del salone di Ercole. Ogni mattina alle 10, il tribunale avrebbe partecipato alla messa. La galleria riservata alla famiglia reale è quella con un alto colonnato corinzio.

5 Giardini del castello (Les Jardins)

Giardini del castello (Les Jardins) Daniel Jolivet / foto modificata

Per apprezzare appieno Versailles, passa tanto tempo nei giardini come nel castello. Il capolavoro del famoso paesaggista André Le Nôtre, questi giardini ordinati sono più come un'opera d'arte che una scena della natura. Arbusti perfettamente curati e prati curati sono modellati in motivi geometrici, simbolo del controllo della natura. La prima impressione è fatta dal Parterre d'Eau (Parterre d'acqua), due piscine ornamentali decorate con fontane e statue. Cerca il Vaso del Soleil (Vaso del Sole) che raffigura il dio-sole Apollo, l'emblema di Luigi XIV.

Oltre i Parterres si trovano Les Allées, vasti sentieri che invitano i visitatori a fare una passeggiata. Il Allée Royale (Royal Walk) è conosciuto come il "tappeto verde" e il Allée de Flore et de Cérès ha un'affascinante fontana con una dea circondata da piccoli amorini. In tutto i giardini sono piscine decorative e aiuole. C'è anche un orto e l'Orangerie dove Luigi XIV teneva i suoi aranci. Il classico Colonnato progettato da Mansart è una delle zone più tranquille del parco. Più avanti nel parco, Les Bosquets (Groves) sono aree boschive isolate. Se visiti durante la primavera o l'estate, prova ad assistere ad uno dei concerti di fontane musicali.

6 Grand Trianon Palaces (Le Grand Trianon e Petit Trianon)

Grand Trianon Palaces (Le Grand Trianon e Petit Trianon)

Uno dei punti salienti di Versailles è questo meraviglioso palazzo di marmo rosa. Le Grand Trianon fu creato per l'amante di Luigi XIV, Madame de Montespan. Lo splendido palazzo fu costruito tra il 1678 e il 1688 da Jules Hardouin-Mansart e Robert de Cotte. Il Grand Trianon si erge su eleganti terrazze rialzate con portici a colonne che esaltano la bellezza del marmo rosa. L'edificio ha due ali, una era per Louis e l'altra per la sua amante. Qui, il Re aveva uno spazio privato, libero dall'etichetta di corte.Il Grand Trianon Palace è circondato da deliziosi giardini francesi pieni di fiori d'arancio, fiori e arbusti ben curati.

Il Petit Trianon di Versailles fu costruito da Jacques-Ange Gabriel nel 1763-67 come ritiro per Luigi XV. Più tardi, Luigi XVI presentò questo delizioso "piccolo" palazzo a sua moglie Maria Antonietta, come luogo per sfuggire alla vita di corte formale. Il romantico giardino del Petit Trianon imita la natura con percorsi erratici, ruscelli gorgoglianti e ponti rustici.

7 Domaine de Marie-Antoinette (Borgo di Maria Antonietta)

Domaine de Marie-Antoinette (Borgo di Maria Antonietta) David McSpadden / foto modificata

Questo villaggio di campagna in miniatura è stato creato per la regina Maria Antonietta come un mondo immaginario in cui potrebbe sfuggire allo stress della vita reale e entrare in contatto con la natura. Il borgo si trova accanto ai palazzi di Trianon sul sito del giardino botanico di Luigi XV. Questa piccola e incantevole casina comprende case contadine finte e un mulino oltre a vere e proprie fattorie, un caseificio e una colombaia. Quando Maria Antonietta si stancò delle cerimonie di corte, si vestiva da contadina e veniva qui per scappare da tutto. Per quanto aspirasse a tornare alla vita semplice, la povera Maria Antonietta era famosa per non essere in contatto con la gente. Era infame per aver fatto la frase "Lasciali mangiare la torta!" e alla fine è stato portato alla ghigliottina. Continuate ad esplorare questa zona dei Giardini del Castello fino a inciampare attraverso il Temple de l'Amour, il padiglione Belvédère e il Pavillon Français di Jacques-Ange Gabriel.

8 Spettacoli e spettacoli a Versailles

Da aprile a ottobre, il martedì, il sabato e la domenica, i Giardini di Versailles diventano ancora più incantevoli e speciali spettacoli di fontane impostato al ritmo della musica classica. Ogni sabato sera da giugno a settembre, Versailles mette in scena uno spettacolare spettacolo notturno con fontane, laser, effetti scenici e fuochi d'artificio. Puoi sperimentare il dramma della vita reale della corte mentre musicisti e ballerini della Compagnie Baroque creano la scena di una palla francese nella Hall of Mirrors.

Ospita anche la Reggia di Versailles opere, concerti e balletti in ambienti evocativi che includono la Royal Opera, il salone di Ercole, l'Orangerie e la Cappella Reale, dove ci sono spettacoli di musica sacra come il Messia di Handel e il Requiem di Mozart.

9 Musée de l'Histoire de France (Museo di storia della Francia)

Musée de l'Histoire de France (Museo di Storia della Francia) Mickal / foto modificata

Dopo la rivoluzione del 1830, il re Luigi Filippo trasformò parte del castello di Versailles in un museo incentrato sulla storia della Francia. Il museo espone immagini e sculture che illustrano la storia francese dalle Crociate al XIX secolo. I lavori di Laurent de la Hyre, Philippe de Champaigne e Noël Hallé sono di particolare interesse.

10 Galerie de l'Histoire du Château (Storia della collezione Château)

Suggerimenti e tour: come sfruttare al meglio la vostra visita a Château de Versailles

Versailles ha una collezione dedicata alla storia del castello nelle camere al piano terra dell'ala nord. La Galerie de l'Histoire du Château presenta una collezione tematica e cronologica che rappresenta le pietre miliari della creazione del palazzo, dalla trasformazione della residenza di caccia di Luigi XIII al grandioso castello barocco. La collezione comprende film che spiegano ogni fase della storia del castello.

Indirizzo

  • Castello di Versailles, Place d'Armes - 78000 Versailles
  • http: //en.Châteauversailles.fr/homepage