Visitare Mosteiro dos Jerónimos: 8 Principali attrazioni, consigli e tour

Mosteiro dos Jerónimos

Uno dei più affezionati edifici storici del Portogallo, lo spettacolare Mosteiro dos Jerónimos (Monastero di Jerónimos) si trova nella periferia sul fiume di Belém, a ovest del centro di Lisbona, ed è un patrimonio mondiale dell'UNESCO.

Commissionato dal re Manuel I nel 1501, il monastero è una celebrazione esuberante dell'architettura manuelina - uno stile fluido e decorativo di pietra che incorpora motivi marittimi come la corda attorcigliata e la sfera armillare. Il design di Jerónimos fonde anche elementi tardo gotici e rinascimentali con simboli cristiani regali e naturalisti che semplicemente abbagliano l'occhio.

Il monastero si trova sul sito di un'antica cappella costruita dal principe Enrico il Navigatore (e dedicata a Santa Maria de Belém) dove si pensa che Vasco da Gama abbia pregato nel 1497 prima del suo viaggio epico in India. La costruzione durò quasi un secolo e fu supervisionata da diversi maestri costruttori, il più notevole dei quali fu Diogo de Boitaca, sostituito da João de Castilho nel 1517. Diogo de Torralva e Jerónimo de Ruão furono anche determinanti per dare forma al sontuoso aspetto del monastero.

I monaci dell'Ordine di San Girolamo (Hieronymites) occuparono il monastero e fornirono una guida spirituale a marinai e navigatori prima che seguissero da Gama per intraprendere viaggi ancora più lunghi e altrettanto infidi per tracciare nuove terre. Così il monastero divenne un monumento alla ricchezza della straordinaria Age of Discovery del Portogallo, e sia Vasco da Gama che Re Manuel I, insieme ad altre figure illustri, riposano all'interno delle sue pareti sacre e calcaree.

1 South Portal

South Portal

Il portale sud del monastero è uno splendido esempio di Manueline l'architettura nella sua massima esuberanza. La porta riccamente decorata di 32 metri, progettata dallo spagnolo João de Castilho e costruita tra il 1516 e il 1518, è il centro visivo della facciata di fronte al fiume Tago. Scolpito come una filigrana, le pietre ornamentali sono animate da un'elaborata collezione di 40 statue dispari incastonate nei pilastri che fiancheggiano la porta, figurine che includono Enrico il Navigatore, San Girolamo e Nostra Signora dei Tre Re. I dodici apostoli possono anche essere identificati all'interno di questo straordinario gruppo scultoreo, così come un paio di teste di leoni in miniatura posizionate ai piedi della porta. A coronamento di tutta la composizione è una statua dell'Arcangelo Michele. Per tutto il suo abbellimento sontuoso, questa è ancora solo una porta laterale - l'ingresso principale del monastero è il portale ovest meno stilizzato, progettato dallo scultore francese Nicolau Chanterène nel 1517. I visitatori dovrebbero notare che il portale sud è attualmente in riparazione e protetto con impalcature fino almeno alla fine del 2017.

2 chiostri

chiostri

Un senso opprimente di tranquillità prevale nei chiostri a doppio livello. Questa è una delle più grandi attrazioni turistiche di Lisbona e uno dei più celebri esempi di Architettura manuelina in Portogallo. Diogo de Boitaca (1460-1516) iniziò la costruzione dei chiostri all'inizio del XVI secolo, ma è João de Castilho che fu responsabile della maggior parte delle graziose pietre che decora gli archi e le balaustre, una confezione di delicati trafori e riccamente scolpiti simboli religiosi e nautici che appaiono quasi senza peso nella loro armonia e ornamento. Una passeggiata attraverso il chiostro inferiore ti porta oltre a Fontana a forma di leone, l'animale araldico di San Girolamo. Nell'ala nord è la tomba del poeta Fernando Pessoa (1888-1935). L'adiacente refettorio è noto per la sua fine del 18 ° secolo azulejos (piastrelle). Continua il tuo giro lungo le arcate ombrose per raggiungere il sala Capitolare, dove si trova la tomba del venerato storico portoghese e primo sindaco di Belém, Alexandre Herculano (1810-1877), è circondato da una serie di pannelli illustrati che mettono in evidenza la sua vita e le sue conquiste. Il chiostro superiore rivela le 12 nicchie in cui i navigatori si fermavano per la confessione prima dei loro viaggi di esplorazione. La favolosa vista dal secondo livello riprende l'intero quadrangolo color calcare color ambra.

3 Tombe di Vasco da Gama e Luís de Camões

Tombe di Vasco da Gama e Luís de Camões

Inestricabilmente legati all'età d'oro del Portogallo, Vasco da Gama e Luís de Camões sono due dei più importanti e influenti prestanome storici del paese. Vasco da Gama (1460-1524) fu il navigatore pionieristico che aprì una rotta marittima in India nel 1498 e in cui onore Re Manuel I fece costruire il Mosteiro dos Jerónimos. Luís de Camões, nato l'anno da Gama, è morto e considerato il miglior poeta del Portogallo, successivamente ha raccontato l'era delle scoperte nella sua epopea Os Lusíadas. Anche se le loro tombe riccamente ornate portano tutto il simbolismo dell'architettura manuelina - corde scolpite, sfere e altri motivi marinari - entrambi risalgono infatti al 1898 e venivano usati nella cappella meridionale prima di essere spostati più vicino all'ingresso principale. Sono tra i più ammirati e fotografati dei manufatti storici della chiesa.

4 Coro superiore

Coro superiore

Una prospettiva davvero notevole dell'interno della chiesa è offerta dal coro superiore. Da questo punto di vista elevato il navata e il suo volteggio può davvero essere apprezzato, dove lo spazio e l'armonia della chiesa è portato alla ribalta. Il coro superiore, progettato da Diogo de Torralva nel 1550, è il luogo in cui i monaci geronimici trascorrono molte ore al giorno a pregare e cantare.Le bancarelle, scavate nella quercia e nella castagna dai maestri artigiani Diogo de Carça e Filipe de Vries e influenzate dalle tecniche decorative fiamminghe e italiane, furono le prime Sculture in legno rinascimentali creato in Portogallo. Impreziosiscono le pareti una serie di dipinti del XVIII secolo raffiguranti gli apostoli. Adiacente alle bancarelle è un piccolo salone in cui un video in loop narrato in inglese spiega la storia dietro la chiesa e il monastero.

5 Il coro

Il coro

Per contemplare l'imponente presbiterio del Chiesa di Santa Maria di Belém è di meditare sulle volte di sepoltura del re Manuel I; sua moglie, la regina Maria; il loro figlio, il re Joao III; e sua moglie, la regina Catarina, che commissionò la cappella nel 1572.

Lo stile architettonico "manuelino" prende il nome da Manuel I, ma la cappella è opera di Jerónimo de Ruão, che ha anche costruito le cappelle del transetto, e l'empatia di de Ruão con il manierismo è chiaramente evidente: guarda attentamente e noterai ognuno dei le tombe sono portate da elefanti marmorei. Il manierista retablo, progettato da Lourenço de Salzedo nel 1574, presenta una serie di splendidi dipinti raffiguranti il "Passione di Cristo" e il "Adorazione dei Magi,' che circondano un tabernacolo d'argento realizzato dall'argentiere portoghese João de Sousa nel 1678.

6 Transetto Cappelle

Colloca i due lati della navata, le due cappelle del transetto della chiesa - il cappella nord e cappella sud - furono costruiti intorno al 1587 e irradiano simbolismo regale. Ognuno è progettato secondo una disposizione tipica dello stile manierista introdotto dall'architetto Jerónimo de Ruão (1530-1601), in cui le nicchie modellate per ospitare le tombe si alternano a quelle create come altari. Le tombe nella cappella nord furono progettate per la sepoltura dei figli del re Manuele I, tra cui il re Henrique, mentre quelli nella cappella sud erano destinati alla discendenza del re João III e di suo nipote Re Sebastião. Stranamente, la tomba di Sebastião rimane vuota. Il giovane re non tornò mai dal Nord Africa, cadendo nella battaglia di Alcácer-Quibir nel 1578 insieme a 8.000 dei suoi uomini.

7 Sagrestia

La sagrestia è raramente inclusa negli itinerari del gruppo di visite guidate del monastero, quindi per la maggior parte è beatamente priva della folla di turisti. Invece, i visitatori pagano un modesto supplemento per entrare in questa stanza splendidamente serena in cui il soffitto a volta irradia da un centro Rinascimento colonna. Progettato da João de Castilho e costruito tra il 1517 e il 1520, la sagrestia è arredata in legno nero e comprende un tardo superbamente artigianale Cassettone del XVI secolo attribuito a Jerónimo de Ruão che ricopre la metà inferiore di tre delle quattro pareti della stanza. Sormontando il petto è una galleria di 14 oli raffiguranti scene notevolmente vivide della vita di San Girolamo dipinto nei primi anni del 1600 da Simão Rodrigues (vedi se riesci a individuare il diavolo che alletta il santo con un libro pieno di oscenità).

8 Cappella di Senhor dos Passos

Dopo essere entrato nella chiesa, la gloriosa cappella del Senhor dos Passos - l'antica Cappella di Sant'Antonio - è immediatamente a sinistra dell'ingresso principale. Sfortunatamente, devi guardare attraverso una griglia di ferro per apprezzare i raffinati pannelli del XVII secolo sculture in legno, che sono eccezionali nei dettagli e nell'artigianato e risalgono a quando fu fondata la fratellanza di Senhor dos Passos.

Suggerimenti e tour: come sfruttare al meglio la vostra visita al Mosteiro dos Jerónimos

Ci sono due aspetti molto diversi in questo celebre sito del patrimonio mondiale dell'UNESCO: la chiesa e il monastero. In media ci vuole circa un'ora per assorbire le loro molte ricchezze e attrazioni. I seguenti suggerimenti e tattiche ti aiuteranno a ottenere il massimo dalla tua visita:

  • Passeggiata: Il Mosteiro dos Jerónimos è tra le attrazioni culturali più popolari del Portogallo e spesso travolto dai visitatori, anche in inverno. Un modo conveniente per battere la folla è partecipare a un tour a piedi organizzato a Belém a Lisbona, incluso Skip-the-Line per il Monastero di San Girolamo e la Torre di Belém. Questo tour di 90 minuti ti fa risparmiare in lunghe file in queste famose attrazioni turistiche e include anche una visita al Monumento alle Scoperte.
  • Le visite mattutine nelle giornate limpide sono premiate con la luce del sole che illumina i meravigliosi colori delle vetrate della chiesa.
  • L'accesso è limitato sabato mattina, durante la messa della domenica mattina e durante altri servizi liturgici e religiosi.
  • Visita la mostra permanente "A Place in Time" allestita nella biblioteca che racconta i 500 anni di vita del monastero e il suo contesto all'interno della storia portoghese e mondiale.

Indirizzo

Praça do Império, 1400-206 Belém, Portogallo

Sito ufficiale: www.mosteirojeronimos.pt

Più da vedere Monumenti, musei e quartieri di Lisbona

Belém è benedetta da una collezione di favolose attrazioni per i visitatori, ma in altre parti della città ci sono un sacco di luoghi altrettanto accattivanti da vedere e cose da fare. Inizia spuntando la tua lista dei desideri controllando le nostre migliori attrazioni turistiche nella pagina di Lisbona. Ci sono anche alcune fantastiche escursioni giornaliere, che includono escursioni a Sintra, patrimonio dell'UNESCO, e siti come lo storico Palácio Nacional de Sintra. Di ritorno a Lisbona, il centro storico della città è un altro quartiere suggestivo che dovrebbe essere vagato nel tempo libero.

Lisbona - Monastero dei Geronimiti di Belém Mappa