Dimora Invernale di Jageshwar-Shiva

È difficile credere che il sorprendentemente piccolo complesso di Jageshwar abbia un'eredità incredibilmente ricca, piena di 124 santuari databili dal 5 al 18 EV. La foresta veglia sui templi e, un tempo, questo posto deve essere stato spettacolare.


Foto di varunshiv

Oggi, una strada di accesso fiancheggiata da negozi e bancarelle scorre proprio accanto al complesso, un palo alto 50 piedi costellato di riflettori e diversi lampioni si ergono tra i santuari. Situato in una distesa infinita foresta di deodar lungo la Jata Ganga, questo centro medievale di Lakula Shaivism, considerato uno dei tirtha più sacri nella regione di Kumaon, vanta uno scenario mozzafiato di montagne innevate. Questa piccola città attrae un gran numero di turisti e pellegrini durante i mesi estivi.


Foto di varunshiv

Come raggiungereJageshwar è a circa 35 km dalla stazione collinare di Almora e si può optare per taxi condivisi o taxi privati. La ferrovia più vicina è Kathgodam e ci vogliono circa 4 o 5 ore dalla stazione ferroviaria per raggiungere qui. I taxi di sola andata ti faranno pagare da 1.800 INR a 2.000 INR da Kathgodam a Jageshwar.


Foto di varunshiv

Cosa guardareÈ meglio aspettare che il sole sorga prima di uscire; a meno che tu non sia uno di quelli a cui piace svegliarsi all'ora empia delle 5 del mattino, quando il sacerdote del tempio suona un campanello per svegliare Bholenath dal suo sonno. Devi iniziare con i tre santuari principali di Jageshwar, Mahamrityunjaya e Pushti Devi. Il Tempio Mahamrityunjaya è il più antico dei templi rimanenti e qui si svolge la puja principale. Alla divinità che presiede viene offerto il suo pasto a base di riso, dal e verdure alle 10 del mattino; l'ultimo giorno è verso le 19:00 in estate e le 18 in inverno. Stare seduti in una camera di pietra fredda e semplice di 1.100 anni, con una lampada a olio sfuggente e porte e pilastri magnificamente scolpiti è un'esperienza che non si può dimenticare.


Foto del Dr. Gautam Paul

La maggior parte degli altri templi del parikrama sono templi di Shiva e sono costruiti nel semplice stile Nagara con lingam di pietra. Ci sono altri templi dedicati a Surya, il dio del sole, a Navadurga (nove manifestazioni della Dea Durga). Tutti gli idoli rimasti da questi templi (alcuni sono stati distrutti, altri rubati) sono ora ospitati nel museo ASI, che si trova vicino al complesso del tempio stesso. Non perdere una visita al Museo Archeologico. La leggenda narra che Shiva scese a Jageshwar per sfuggire al severo inverno del Monte Kailash. Ad oggi, il primo giorno di copertura del Jyotirlinga con chili di ghee Magh mese, per proteggerlo dal freddo estremo.

A circa 200 metri di distanza, la sorgente di Brahma Kund prevede sistemazioni per i pellegrini. Per gli appassionati di avventura, un ripido trekking di 3 km fino al Vridh Jageshwar Temple è un must e saranno ricompensati con panorami affascinanti durante tutto il viaggio.


Foto di varunshiv

Dove alloggiarePer molto tempo, l'unica opzione di soggiorno confortevole di Jageshwar era il KMVN Jagnath Tourist Rest House (Tel: 05962 263028; Tariffa: INR 990-1,900), vicino al tempio principale. La Rest House KMVN ha un ristorante interno. Il miglior hotel ora è il nuovo Van Serai Forest Lodge (Delhi Tel: 011 4412 8785; Sito web: www.jageshwar.in; Tariffa: INR 3.000-4.000), un'ottima base per uno studio approfondito dei templi, mentre si mangia il tradizionale Kumaoni cibo o prendere pranzi al sacco nelle foreste circostanti raramente visitate. Hanno 7 camere ben attrezzate qui.


Foto dal sito ufficiale di Van Serai Forest Lodge


Foto dal sito ufficiale di Van Serai Forest Lodge

Quando visitareJageshwar è una di quelle stazioni di collina in India che possono essere visitate tutto l'anno, ma i mesi invernali sono gelati. Migliaia di devoti scendono durante Shivratri in marzo-aprile e per lo Sravan Mela a metà luglio a metà agosto. I pellegrini fanno un tuffo nel Brahma Kund durante queste occasioni.

Dove mangiareI ristoranti interni degli hotel di Jageshwar sono i posti migliori per saziare i tuoi morsi della fame e non riesci a trovare molte opzioni per la ristorazione. Tuttavia, ci sono un paio di dhaba vicino ai templi dove puoi avere maggi buonissimo, pyaz pakora, raita e tè e caffè aromatici.

Prendi la strada meno battuta per questa vacanza e pianifica un viaggio a Jageshwar dove il tempo si ferma ancora adesso.

Circa l'autore:

Jigyasha ama leggere e viaggiare.

"