Bhandardara: un picco in un buco in un buco

Bhandardara ha un fascino speciale. Un fascino rustico, assonnato, rustico, che lo rende un rifugio rigenerante per il turista attivo e non attivo. Qui ci si può rilassare nella culla della natura e guardare con aria sognante sopra un placido lago. Venire a Bhandardara significa veramente allontanarsi dalla vita di città. Nessun comfort a cinque stelle qui, niente ristoranti di lusso. Quello che ottieni è un assaggio del Maharashtra rurale e una buona dose di aria pulita, verde e bellezza naturale. L'enorme distesa del lago di Bhandardara e le fragorose cascate di Randha sono le principali attrazioni degli spettatori e, dopo averli segnati sul tuo itinerario, puoi comodamente accomodarti su una poltrona e goderti il ​​tuo pigro weekend.

Bhandardara (di saurabhj)

Se sei un appassionato studioso di storia o archeologia, Bhandardara ti può riportare indietro di qualche millennio. Oppure, porta la tua linea e affronta e trova un punto adatto per la pesca con l'amo. Ma non è tutto - c'è un sacco di possibilità per un fine settimana attivo. Chiedete a qualsiasi trekker che conosce il Sahyadris e vi diranno che sei nel posto giusto per salire un robusto forte o di picco. Da Bhandardara puoi provare i famosi fortini Ratangad e Harishchandragad. Un po 'più lontano si trovano la famosa Ajoba, o vetta del "nonno", e Ghanchakkar. O forse sei qui con un obiettivo predeterminato - per intraprendere un'escursione fisicamente impegnativo il picco più alto nel Maharashtra.

Cose da vedere e da fare

Ci sono jeep disponibili nella piazza del villaggio a Shendi, a soli 3 km di distanza, per accompagnarti in un tour dei punti di interesse predeterminati intorno a Bhandardara, ma questo spesso finisce per essere solo un lungo viaggio e non vale i soldi. Invece, imposta il tuo itinerario e prendi la jeep noleggiata solo per i luoghi che preferisci, oppure salta e scendi dalle numerose jeep che traghettano i locali da un villaggio all'altro. L'ultima opzione è a buon mercato e si ha un assaggio di come i residenti si spostano. Alcuni traghetti solcano il lago ma sono irregolari. Controlla con i funzionari della diga per i dettagli.

Cammina lungo le rive del lago appena oltre l'MTDC Resort. È meglio dopo i monsoni quando i panorami sono sbalorditivi e tutto è verde lussureggiante con una nuvola solitaria che solca il cielo blu. È inoltre possibile fare passeggiate interessanti lungo entrambe le sponde della Pravara. Vedrai una varietà di vita aviaria durante le tue passeggiate. Il fiume ha un sacco di pesci così come i gamberi jumbo d'acqua dolce, che scendono lungo le chiuse quando l'acqua viene rilasciata. Se è una buona giornata, puoi anche avvistare la rara volpe rossa che assomiglia molto a un cane.

Ci sono opzioni di trekking illimitate qui, che vanno da una semplice salita su una collinetta vicina a una salita dura su Ratangad Fort o sul Monte. Kalsubai. Il Ghanchakkar ( ‘confuso’) Peak nelle vicinanze è un'escursione complesso, che coinvolge attrezzature per l'arrampicata. L'Ajoba è un'altra salita interessante ma difficile, con fantastici panorami dall'alto.

Alla ricerca di una sposa in fuga

Kalsubai, secondo la leggenda locale, era una nuora tormentata. Per sfuggire alle molestie dai suoceri, scappò in cima a una collina e, per essere davvero efficace, scomparve. Sulla cima, la gente del posto ha costruito un tempio nella sua memoria e ha chiamato la collina Kalsubai dietro di lei. A 5.400 piedi, il monte. Kalsubai è la vetta più alta del Maharashtra e dei Ghati occidentali, e serviva da torre di avvistamento ai tempi di Maratha. Per i trekker, Kalsubai è l'ultima sfida. Il villaggio di Bari (12 km da Bhandardara) è il punto di partenza. Poco o nulla è disponibile qui, quindi porta tutto il necessario per il tuo comfort e benessere, compresa l'acqua.

Appena dietro la fermata dell'autobus, una strada conduce nel villaggio. Da qui, un sentiero sale sulla collina ed emerge mezz'ora dopo, su un tratto pianeggiante. Questo è il sito del tempio. Non farti ingannare nel pensare di aver raggiunto la cima. Alcuni interessanti pilastri di pietra e tori Nandi intagliati sono sparsi nel cortile. Gli alberi intorno al tempio lo rendono un'oasi ideale per fare una pausa prima di continuare la salita. Da qui, il sentiero diventa più ripido e le scale di ferro sono state installate in tre punti come aiuti.

Dopo molte false cime, arriverete alla vista di benvenuto di un piccolo pozzo. La sua acqua fredda farà sì che anche l'escursionista più esigente metta in guardia i venti e prenda un lungo drink. La vetta di Kalsubai è ora chiaramente visibile e sembra essere un enorme masso. Il percorso facile verso l'alto è attraverso la lunga scala di ferro che ti fissa in faccia. Per i più avventurosi, c'è una catena di ferro sulla sinistra che porta in cima. Il piccolo tempio di Kalsubai ti accoglie in vetta. I panorami dall'alto - la scintillante distesa del lago di Bhandardara circondata dalle cime e dalle valli dei Sahyadris - fanno sembrare tutto il sudore un piccolo prezzo da pagare per la dura salita. E, se pensavi che il peggio fosse finito, ripensaci. Devi ancora tornare dove hai iniziato. La discesa è spesso più dura della salita.

I fatti in breve

Posizione Questa stazione collinare si trova tranquillamente sulle rive del fiume Pravara, ma vanta ad alta voce la sua vicinanza alla vetta più alta del Sahyadris, Mt Kalsubai (5.400 piedi)

Distanza 180 km NE di Mumbai TEMPO DI VIAGGIO In auto 4 ore In treno 23/4 ore + 11/2 ore su strada

Itinerario NH3 a Ghoti via Bhiwandi, Kasara Ghat e Igatpuri; SH a Bhandardara via Bari e Varangushi

Quando andiamo Il periodo migliore per visitare è da settembre a febbraio, subito dopo i monsoni. Il monsone è anche molto verde ma non sarai in grado di fare molto. Marzo, aprile e maggio possono essere molto caldi e asciutti

Uffici turistici

MTDC

Shendi, Bhandardara

Tel: 02424-257171, 257032

MTDC Mumbai

Tel: 022-22044040

Sito web: maharashtratourism.gov.in

Codice STD 02424 Da Mumbai 952424

Di Andre Morris

Circa l'autore

Anche se André Morris vive tecnicamente a Mumbai, trascorre metà della sua vita all'aperto - trekking, arrampicata su roccia, rafting, canoa, bird watching e così via.

"