Ramlila a Ramnagar

Shaant Raho ...! Shaant Raho ...! (Tranquillo, per favore!) E - impossibile da immaginare - il silenzio del pin drop regna su un raduno di oltre 50.000 persone! Il silenzio è abitato da uomini, donne e bambini, vecchi e giovani, devoti e curiosi, tutti raccolti attorno a un grande stagno. Tra le loro sagome c'è il profilo distinto di tre elefanti. Sull'elefante di piombo si trova l'ex Maharaja di Banaras, seguito da altri regnanti e un seguito di attendenti. È tempo di twilight in Ramnagar. Dall'altra parte del fiume, attraverso l'allettante Ganga - Banaras, Varanasi, Kashi, chiamalo come vuoi, continua come al solito con le luci della sera che punteggiano i ghat ei turisti sorseggiando tè al limone. Ma da questa parte del fiume, c'è solo una vasta distesa di campi e una piccola cittadina esitante, Ramnagar, all'ombra dell'enorme fortezza di Ramnagar.

Ramnagar occupa la posizione peculiare di essere distinto da Banaras, e tuttavia è principalmente pensato in termini di Banaras. La connessione è palpabile perché il Ramnagar Fort-palace è la residenza tradizionale della ex famiglia regnante di Banaras. Ma nella durata della Ramlila, Ramnagar entra nel suo. Anche il suo crepuscolo appartiene al suo tempo e allo spazio. Le lampade Petromax - e solo le lampade Petromax - illuminano la periferia di questo grande stagno, dove siamo tutti riuniti. Sta per iniziare una performance di 31 giorni del Ramayana che sfiderà la saggezza convenzionale, i moderni paradigmi delle prestazioni e, a volte, anche il buon senso. La messa in scena dell'antica epop del subcontinente per migliaia di persone sarà fatta senza microfoni, senza elettricità, senza aiuti tecnologici. Così è iniziata la prima scena del ciclo di 31 giorni del famoso Ramnagar ki Ramlila.

Lo stagno, ed è un vero stagno, è il set di oggi. Questo Ramlila ha sempre usato un mix creativo di "set" permanenti e temporanei. Alcuni set permanenti sono integrati nella lila, anno dopo anno, dalla proprietà del Maharaja, mentre altri sono costruiti appositamente per la performance. Quindi, Sita siede ad Ashok Vatika, che è uno dei giardini del Maharaja, mentre Ram prega Shiva a Rameswaram, un vero tempio a mezzo chilometro di distanza. Oggi Brahma implora Vishnu per salvare gli dei dai demoni, mentre si reclina sul serpente Ananta a mille teste (una struttura galleggiante). Vishnu risponde: "Per il tuo bene assumerò la forma di un umano. Libererò la terra dal suo fardello. "Il giorno dopo nasce Ram, la settima incarnazione di Vishnu. Un altro giorno, chiusa la portiera della macchina, vetro rotolato giù, bottiglia d'acqua e piccoli cambiamenti in atto, mi avventuro fuori da Banaras per attraversare il fiume, su strada, per provare Ramlila.

Lentamente, il trambusto della città è lasciato alle spalle. Case costruite da poco lasciano il posto a terreni agricoli aperti, che durano per pochi fotogrammi e poi sono tornato in corsia. Entrando Ramnagar, dove vive il maharaja, chiedo indicazioni per l'evento del giorno. Questa lila non ha bisogno di segnaletica o di cabine di informazione per i visitatori perché per i 31 giorni di Ramlila, Ramnagar diventa il nagar (città) di Ram e le persone diventano nagarik (cittadini). L'intero spazio trascende le barriere del tempo e si parcheggia nei cuori delle persone che sono in comunione con il loro amato dio. Per me, dopo aver guidato sulla strada polverosa, non asfaltata, mi sembra di aver viaggiato indietro nel tempo di qualche centinaio di anni.

Nessun segno di modernità esiste sul terreno della Lila, dove si svolgerà l'evento di oggi. I motivi, sparsi su una distesa di circa 15 acri, sono illuminati da lanterne e lampade Petromax. I chioschi di generi alimentari o chuski e gelati formano la periferia del terreno. Se il cibo di strada è il tuo modo di vivere felice, potresti finire alla periferia ... la varietà è vasta! Mentre parcheggiavo la macchina ed esco, non posso resistere a fissare quell'uomo macho, in kurta e dhoti bianchi, con i baffi folti, in sella ad un Enfield. Mi avvicino mentre parcheggia la sua bicicletta: "Namaste, bella bici." "Lo possiedo da 10 anni e lo tiro fuori ogni anno solo per venire alla Lila." "Oh! Quindi vieni qui ogni anno? "" Sì, per tutti i 31 giorni. Sono venuta qui da quando ero un ragazzino. "" Perché ogni anno, non diventa ripetitivo? "" È una ricreazione annuale che non vedo l'ora di fare. E (esitando), sono incantato da Lui (indicando la direzione di Ram e Sita). Devo venire. "Dopo di che, non posso più attirare la sua attenzione. Si allontana verso il palco.

Ramnagar (Foto di Vishwalok)

Le folle si sono moltiplicate di numero. Riesco a vedere l'elefante del Maharaja che si avvicina al sito; un chiaro segno che il lila sta per iniziare. Mi avvicino al palcoscenico rettangolare - circa 60 m di lunghezza, ambientato in campo aperto per uno degli eventi più popolari - il Nak-kataiya, in cui Lakshman taglia il naso e le orecchie di Soorpanakha, la sorella di Ravana, che ha cercato di convincere Ram e Lakshman per sposarla. Ram, Lakshman e Sita siedono da un lato mentre le enormi effigi di Surpanakha e dei suoi fratelli occupano l'altra estremità. Non appena il Maharaja arriva, inizia il lila. Il vecchio vicino alle raffiche di vento urla "Shaant raho ...! Shaant raho ...! "Il rumore cala e inizia il gioco. L'idea di swarup è importante per un estraneo da capire.Un aspetto essenziale di questo Ramlila è che non è percepito semplicemente come un dramma. Gli attori (tutti i ragazzi) che interpretano il ruolo di Ram, Sita, Lakshman, Bharat e Shatrughan sono chiamati 'swarup', l'incarnazione vivente degli dei che suonano. Questi attori sono selezionati con grande cura. Devono essere brahmani, seguire certi codici di condotta, avere bell'aspetto e voci forti. Lo stesso Maharaja li fa audizioni.

Mentre indossano la corona che conferisce loro lo status di swarup, i piedi degli attori non devono toccare il suolo - è per questo che li trovi portati ovunque sulle spalle di volontari. Questa venerazione mette la natura decisamente determinata di questo lila in un contesto più nitido: niente elettricità, niente macchine fotografiche (i devoti si arrabbiano molto se vedono gli dei essere fotografati) - questo è, naturalmente, riguardo alla tradizione - ma anche più di questo si tratta di un certo senso di purezza. Perché, per la gente del posto, questa non è affatto una prestazione, è reale; questo albero è l'Ashok Vatika, questo attore è Sita, questo ragazzo è Ram. I dialoghi, pronunciati in hindi, si alternano con i versetti corrispondenti dei Ramcharitmanas. Ci sono pochi gesti drammatici e nessun tentativo di "recitare", sia drammatico che realistico. La recitazione consiste semplicemente nel consegnare i dialoghi in modo cantilenante, senza espressioni facciali. Eppure l'effetto dell'intero è incredibilmente potente.

La mia attenzione si sposta sulle file di uomini e donne che hanno le mani incrociate e guardano incantati. Questo pubblico è ciò che conferisce questo stato sacro trascendentale alla lila e questi divini attori. Comprende una eterogeneità di persone: devoti Ramlila frequentatori chiamano il nemi, che leggono i Ramcharitman di Tulisdas tutti i 31 giorni insieme all'emanazione lila; poche centinaia di sadhu; uomini e donne; locali e stranieri; studiosi e ignoranti ... e il Maharaja. E in tutto tra le 50.000 e le 1.00.000 persone, a seconda della giornata del giorno. Alcuni di questi devoti si sono presi un intero mese libero dalla routine quotidiana della sopravvivenza per percorrere molte miglia per vedere i loro dei in azione.

Come hanno sottolineato gli studiosi, con il movimento fisico delle scene d'azione, questi devoti in realtà "vanno in esilio" con Ram, o "lo accolgono" su Ayodhya. Oggi, mi chiedo, stanno guardando ciò che sta accadendo o sono spettatori della loro stessa convinzione? All'imbrunire, quando il Maharaja lascia le sue preghiere serali, c'è una pausa di un'ora. Il caos regna di nuovo. Alcune persone si dirigono verso i banchi di cibo, alcuni si affrettano a rendere omaggio agli swarup e alcuni si spostano nella successiva posizione della lila, desiderosi di occupare un punto di osservazione privilegiato. Dopo l'intervallo, guardo Ravana che rapisce Sita. D'ora in poi, mentre la battaglia di Lanka continua, il Sita rapito continuerà a rimanere seduto per giorni nel suo posto nell'Ashok Vatika; con i devoti che si avvicinano per toccarle i piedi e farsi benedire.

I fini lilafor-the-day seguiti dal rituale quotidiano di aarti (adorazione rituale) degli swarups. Questo è un momento speciale. Mentre Ram, Sita e Lakshman rimangono seduti, la gente si raccoglie, si tocca i piedi, fa offerte .... Verso le 22:00, gli eventi del giorno si chiudono. Gli swarup vengono trasportati sulle spalle dei devoti - gli spettatori si disperdono lentamente nell'oscurità.

Sebbene Ramlila sia eseguita in tutte le regioni di lingua hindi dell'India settentrionale (durante i 10 giorni di Dussehra), è a Ramnagar che è una delle più estese, le più rappresentate e dove attira il pubblico più vasto, grazie al patrocinio dell'ex Maharaja di Banaras che vive qui. Organizzato su un'area di 2 kmq, utilizza siti reali come il forte del Maharaja, palchi permanenti creati per il lila e set temporanei. Ad un occhio in sintonia con lo spettacolare, il lila può sembrare sorprendentemente privo di suono e furia. Eppure i giornalisti e gli studiosi di fama internazionale di studi culturali, antropologici, studi teatrali e simili visitano e documentano regolarmente questo lila, definendolo "il più completo, il più teatralmente sofisticato e il più santo" dei Ramlilas indiani.

Il Ramnagar Ramlila la promulgazione ha una storia affascinante di oltre 150 anni. Durante gli anni '20 e '30, molti palchi di Ramlila furono creati sotto la supervisione degli allora maharaja di Banaras. Ayodhya, Panchavati, Lanka e altri sono siti che sono stati fissati per poco meno di due secoli. Allo stesso modo, la tradizione della performance è accuratamente preservata; le scene di battaglia che vedo sono state riprodotte praticamente esattamente come 150 anni fa. A differenza di altri lilas che hanno dialoghi che si evolvono con i tempi, l'evento al Ramnagar si basa in modo schiacciante sui Ramcharitmanas di Tulsidas. Questo lila non ha mai usato luci elettriche o sistemi audio e non mostra segni di farlo ora.

Ramnagar Fort (Foto di Vishwanek)

Tra gli eventi più popolari qui ci sono le nozze di Ram e Sita (giorno 6); Nak-kataiya, quando Lakshman taglia il naso a Soorpanakha (giorno 16); battaglia a Lanka (giorno 22); e la sconfitta di Kumbhakaran (giorno 24). Dussehra (giorno 26) è l'evento più spettacolare. Il Maharaja emerge dal suo forte in processione e dopo la scura freccia di Ram si accende l'effigie di Ravana. Ma a differenza di molte Ramlilas eseguite in tutta l'India, a Ramnagar questo non segna la sua fine. Bharat Milap (giorno 28) - la riunione dei quattro fratelli - è un evento emozionante per la folla, così come l'incoronazione di Ram (giorno 29), un lila che dura tutta la notte e finisce all'alba con una vivace aarti. Il giorno 30, Ram impartisce i suoi insegnamenti in un giardino nel palazzo.

Shopping

Per avere un'esperienza "Banarasi" completa, dirigetevi verso Vishwanath Gali, fiancheggiata da piccoli negozi che vendono artigianato locale; giocattoli in legno, braccialetti e utensili in ottone sono una specialità. Questi sono ottimi ricordi per la gente di casa. Le bancarelle dei ghat offrono un sacco di collane e orecchini in legno o in pietra filetti. Presso Agrawal Toys Emporium di Assi Ghat, troverai una varietà di souvenir tradizionali di Banarasi e altri oggetti provenienti dalle capitali artigianali dell'India. Gli articoli hanno un prezzo tra Rs 10 e 2.000. Per gli oggetti più costosi, le tue capacità di contrattazione saranno utili. Heritage Emporium, a Gauri Ganj, vicino a Bhelupur Thana, ha una collezione di raffinati tessuti di Banarasi che vanno dai sari e dai tessuti alle salwar kurtas.

Di Nandita Raman

Nandita Raman è un'artista visiva. Le immagini costruite con immagini e parole la tengono occupata il più delle volte.

"