Avventura nel Kipling Country- Kanha National Park

Siamo arrivati ​​nella giungla nelle nostre jeep, accompagnati da una guida dagli occhi acuti, pronti a scoprire i segreti della foresta. Come tutti gli altri, stavamo cercando Sher Khan, il grosso gatto che Rudyard Kipling ha così amorevolmente denigrato e immortalato allo stesso tempo nel suo Libro della giungla. Stavamo rintracciando la tigre al Kanha National Park, seguendo i pugmarks, tenendo gli occhi aperti per i segnali di uccisione trascinata e ascoltando le chiamate di allarme. Nonostante tutto, il maestoso animale non ci obbliga con la sua presenza.

Il giorno dopo, siamo andati avanti per quello che a volte è derisorio chiamato "spettacolo di tigri", un incontro orchestrato con il gatto. Questo è quando i mahout guidano la loro mandria di elefanti "inseguitori" nella foresta e usano un sofisticato sistema radio per comunicare i movimenti della tigre - tutto questo accade mentre sorseggiate il caffè al centro visitatori e aspettate che il vostro turno si arrampichi su a un elefante. Come previsto, il nostro primo avvistamento della tigre era in cima ad un elefante - l'animale a strisce aveva appena cacciato, e, come era chiaro da una carcassa, fece un pasto di un chital di 30 libbre. Era così disperato da riposare che sollevò la testa solo due volte anche quando tre elefanti si libravano sopra di lui. Il fatto che questo avvistamento fosse gestito a livello, sorprendentemente, non ha tolto il brivido di avvistare una tigre nella sua tana.

Safari nella giungla al Kanha National Park (Foto di Dey.sandip)

Dopo questo incontro a Kanha National Parksalimmo di nuovo sulle nostre jeep e partimmo per una direzione dove, ci avevano detto, avremmo potuto avvistare i cani selvatici. Sottili, rossi e dalla coda cespugliosa, i cani selvatici oi dhole sono i selvaggi più temuti della giungla. Abbiamo individuato una mezza dozzina di dholes, che avevano appena finito di demolire e mangiare, tre chital. Stavano vagando tra le erbe vicino a Shravantal, un bellissimo corpo idrico dove le possibilità di avvistamento degli uccelli sono molto alte.

C'erano altre viste incredibili nel negozio. In serata, abbiamo goduto di un pittoresco viaggio fino a Bahmnidadar, il punto più motorizzato del parco a 873 m, una volta utilizzato come pista di atterraggio per le battute di caccia. Lungo la strada, le foreste cambiarono dal sal e dal bambù agli alberi misti, il terreno divenne più limaccioso e le colline riflettevano l'atmosfera dei cieli. Al Sunset Point di Bahmnidadar, siamo stati nuovamente premiati con una vista spettacolare dell'intera valle del fiume Banjar.

Cervo al Kanha National Park (foto di Allan Hopkins)

Forse la parte migliore del nostro viaggio a Kanha è stata quando, durante la nostra passeggiata intorno alla foresta, uno sciame di palchi appartenenti a una compagnia di barasingha (palude) è emerso dall'erba alta. Poco più di tre decenni fa, la popolazione di barasingha nel parco era diminuita considerevolmente e la specie era vicina all'estinzione. Grazie agli sforzi di conservazione, il loro numero è ora aumentato. Mentre il cervo scuoteva le corna, sembrava che ci stessero raccontando la loro storia di successo. È una storia che saremo sempre lieti di ascoltare, ancora e ancora.

A proposito di Kanha National Park

Kanha è di 2.000 km quadrati. Ha una valle a forma di ferro di cavallo, e praterie circondate dai Monti Satpura, in piedi ad altezze che vanno tra 450 e 900m. Comprendendo le valli di Banjar e Halon delle ex principesche province dell'India centrale, divenne un terreno di caccia per gli inglesi dal 1879 al 1910. Nel 1933, Kanha fu fondata come santuario e dichiarata Parco Nazionale nel 1955. Il parco ha una rara specie di barasingha, che vive in un habitat duro.

Si crede che il nome Kanha provenga dalla trama del terreno trovato nella zona. Il terreno è sabbioso nella valle di Banjar in Kanha, Gamme Kisli e Mukki. Nelle tasche inferiori, il terreno è finemente strutturato e tende ad essere un po 'argilloso. È localmente chiamato kanhar, e questo a quanto pare ha dato il nome al parco. Sebbene una delle riserve di Tiger tigre meglio protette dell'India, gli ambientalisti hanno le loro preoccupazioni su Kanha. Ciò è dovuto alla sua vicinanza ai villaggi impoveriti e alla sua vicinanza a Nagpur, che è conosciuta come un centro commerciale illegale per la fauna selvatica nell'India centrale.

Kanha National Park (Foto di Honzasoukup)

I fatti in breve

Stato: Madhya Pradesh

Ubicazione: Kanha e la sua catena montuosa Maikal, parte del segmento orientale del Satpura Range nell'India centrale, si scolpiscono sul profilo orientale del Madhya Pradesh (a sud-ovest di Jabalpur)

Distanze: 980 km SE di Delhi, 480 km SE di Bhopal, 270 km a NE di Nagpur Route da Delhi NH2 ad Agra; NH3 a Biaora; Da NH12 a Jabalpur passando per Bhopal; NH12A a Mandla; strade del distretto di Kanha (Kisli) via Bamhni Route da Nagpur NH6 a Bhandara; strade statali a Kanha (Mukki) via Balaghat e Baihar.

Quando andare: Il parco è aperto dal 1 ° ottobre al 30 giugno (e si chiude durante i monsoni). Le temperature variano da un massimo di 29 ° C a un minimo di 2 ° C. Gli inverni sono rigidi e gelidi, quindi ricordati di portare i tuoi indumenti di lana. Nov-Mar è il momento più comodo per andare I migliori avvistamenti sono a marzo, dato che il tempo è buono e il manto erboso basso, garantendo una migliore visibilità. Inoltre, le pozze d'acqua restringenti assicurano anche buoni avvistamenti. Dic-Gen è quando ci sono le migliori possibilità di avvistare barasingha

Andare lì per: Barasinghas, tigri e uccelli

Circa l'autore

Pramila N Phatarphekar è un autore di funzionalità con Outlook.Lei copre la fauna selvatica, il cibo, la vita e tutto ciò che intriga il baldacchino.

"