Un viaggio attraverso le colline

La sessione di pettegolezzi al mattino con il tè a letto in mano è stata seguita scavando nel vapore caldo aalu puri mentre i dolci raggi del sole invernale riscaldavano i nostri corpi e la vista panoramica della catena montuosa ricoperta di neve di Dhauladhar ha calmato gli occhi. Con la musica melodiosa che suona in macchina mentre ci dirigiamo a Chimbalhar, le nostre anime da viaggio hanno iniziato ad anticipare il divertimento e l'eccitazione che il viaggio porterà. Kangra, il nome suona vagamente familiare. Di tutte le stazioni di collina nel Nord, questo raramente si concentra sull'attenzione con incantesimi ingannevoli. Ma forse è lì che sta il suo fascino. Rannicchiandosi fino alle cime innevate del Dhauladhar, questa valle di Himachal è un fine settimana da Delhi con i suoi punti panoramici, i monasteri nascosti e le persone calde. Ha qualcosa da offrire a tutti: paesaggi incredibili e rigogliose foreste verdi per fotografi e amanti della natura, monasteri sereni nascosti tra i pini per chi cerca un po 'di tranquillità e attività come il parapendio e il trekking per i più avventurosi.

Abbracciando i venti freddi su Billing:

Era una giornata limpida, perfetta per il parapendio, informò Sonu, il nostro esperto di parapendio. Quelle erano le notizie che tutti aspettavamo di sentire dopo aver affrontato i giorni nuvolosi regolari negli ultimi due giorni. Ora ci dirigevamo verso Billing, uno dei migliori siti di parapendio al mondo. Vie a zigzag, con una profonda valle da un lato e alte colline coperte di neve dall'altro, e con venti freddi che ci baciavano il viso, ci siamo goduti il ​​viaggio da Baijnath a Billing. La squadra di parapendio capitanata da Sonu ci ha incontrato a Bir (il sito di atterraggio). La macchina non andrebbe più lontano da qui a causa delle abbondanti nevicate del giorno precedente. La pista scivolosa era troppo pericolosa per andare avanti. Quindi dovevamo attraversare la neve pesante per circa quattro chilometri, siamo stati informati. Invece di essere deluso, ho notato che il gruppo era felice di avere l'opportunità di camminare sulla neve. Ci siamo fermati dopo il trekking per circa tre chilometri. Sedersi a un'altitudine di 7.500 piedi sul livello del mare, mentre si guardava l'orizzonte e si sorseggiava il tè caldo in mezzo a un clima gelido, è stata un'esperienza che vorremmo ricordare per tutta la vita. E dopo pochi minuti, abbiamo raggiunto il punto da cui dovevamo partire per il parapendio.

Cuori esaltati, menti nervose e corpi tremanti - è difficile descrivere tutte le emozioni del momento. Furono necessari la giusta direzione e la velocità del vento per giudicare il momento del salto dalla scogliera per un perfetto decollo. I nostri piloti erano esperti nel giudicare il momento giusto e quindi ci hanno incoraggiato a fare il "salto della fede" quando è arrivato il momento. Tutto il nervosismo sparì non appena fummo nell'aria. Ciò che restava era la beatitudine assoluta di volare sopra le profonde vallate e le alte montagne. La sensazione mentre sei lassù è oltre le parole. L'atterraggio è stato più complicato del decollo dal momento che le gambe devono essere piegate e posizionate in un modo particolare come da istruzioni - altrimenti, preparatevi a spezzare le gambe, ci è stato detto. Abbiamo deciso di seguire le istruzioni.

Parapendio nella fatturazione (Foto di Okorok)

Celebrando la vita con i monaci vivaci al Monastero di Shera Bling, Bhattu:

Nascosto dalla città, a pochi chilometri a ovest di Bir nell'Alta Bhattu, si trova questo vasto monastero buddista tibetano e un complesso di ritiri. Situato nel mezzo di lussureggianti foreste di pini verdi della valle di Kangra, il monastero di Palpung Sherabling è il luogo in cui rilassarsi e celebrare la vita, con tutte le preoccupazioni e gli inconvenienti lasciati alle spalle. Invece di guidare verso il monastero, abbiamo preferito una tranquilla passeggiata attraverso la pineta per respirare aria fresca di montagna. Bandiere buddiste colorate sui lati della strada ci guidarono verso il monastero. Poco prima di raggiungere il monastero, c'erano alcuni bambini lama che giocavano a calcio. Non hanno preso tempo per familiarizzare con noi e siamo lieti di unirli a loro nel loro gioco. Abbiamo potuto vedere molti edifici situati sulle creste delle colline mentre procedevamo ulteriormente nelle radure della foresta. Questi edifici sono stati costruiti in stile tibetano tradizionale e sono stati progettati dal 12 ° Kenting Tai Situpa - come racconta un monaco locale con cui abbiamo parlato. Il monaco ha inoltre affermato che gli attuali discepoli del Kenting Tai Situpa della regione di Derge e Nangchen che si sono stabiliti a Bir, gli hanno donato una foresta di pini situata ai piedi dell'Himalaya nel 1975. Qui ha iniziato a stabilire Palpung Sherabling, che in seguito divenne la sua sede India. Il monastero principale è composto da cinque piani comprendenti l'appartamento per Sua Santità il Dalai Lama, appartamento per Sua Santità Gyalwa Karmapa, saloni, sale per spettacoli e alloggi per monaci, cucine, sale da pranzo, reception, sale per i visitatori, aula scolastica, sala multimediale, auditorium , museo, sala per l'allenamento della danza dei lama, sala per conferenze e mostre, un cortile coperto e il cortile di Lamadance. Un tetto di colore giallo dorato è alto 12 piedi e incorona tutto.

Un caffè e servizi pubblici si ergono appena fuori dal complesso. Mentre stavamo dando un'occhiata a questo magnifico edificio, i magici tamburi hanno attirato la nostra attenzione. Seguimmo i battiti e scoprimmo che stavano arrivando dal terzo piano. I monaci, giovani e vecchi, erano assorti nelle prove. Il monastero avrebbe ospitato i Lamadances biennali nei suoi locali, ci è stato detto, di cui si stavano svolgendo le sessioni pratiche.Celebrazione della vita in mezzo alla natura serena e alle facce gioviali di bambini, giovani e anziani, ci siamo sentiti come se avessimo raggiunto un mondo completamente diverso dove le persone non conoscevano dolore. Dopo aver avuto il thukpa e il tè serviti da alcune persone amichevoli nel bar fuori dal monastero, proseguimmo.

Monastero (Foto di Wikimedia)


Riscoprire la storia nell'antico tempio di Shiva a Baijnath:

Sulla via del ritorno all'hotel abbiamo visitato l'antico tempio di Shiva a Baijnath. Il tempio del XIII secolo dedicato a Lord Shiva è stato adorato fin dalla sua costruzione nel 1204 d.C. Il tempio è una bellissima opera dell'architettura del tempio nord-indiano dell'India medievale conosciuta come stile dei templi di Nagara. La forma Svayambhu di Shivling è incastonata nel sanctum del tempio che ha cinque proiezioni su ciascun lato ed è sormontata da un alto shikhara rotondo. L'ingresso al santuario è attraverso un foyer che ha una grande mandapa quadrata di fronte con due enormi balconi, uno a nord ea sud. C'è un piccolo portico di fronte alla sala mandapa che poggia su quattro pilastri nella parte anteriore preceduti da un idolo di Nandi, il toro, in un piccolo santuario. L'intero tempio è racchiuso da un alto muro con ingressi nei lati nord e sud. Le pareti esterne del tempio hanno molti idoli di dei e dee. Le porte sono anche costellate da un gran numero di immagini scolpite di grande bellezza e importanza iconografica. Alcuni di questi sono rarissimi da trovare altrove. Secondo la leggenda, si ritiene che durante il Treta Yug, Ravana per avere poteri invincibili, adorato Shiva nel Kailash. Nello stesso processo, per compiacere l'onnipotente ha offerto le sue 10 teste nel havan kund. Influenzato da questa straordinaria azione di Ravana, Lord Shiva non solo ripristinò la sua testa, ma gli conferì anche poteri di invincibilità e immortalità. Ottenendo questo vantaggio incomparabile, Ravana chiese anche a Lord Shiva di accompagnarlo a Lanka. Shiva acconsentì alla richiesta di Ravana e si convertì in Shivling. Quindi Lord Shiva gli chiese di portare lo Shivling e lo avvertì di non metterlo a terra in nessun punto della sua strada. Ravana iniziò a spostarsi a sud verso Lanka e raggiunse Baijnath dove sentì il bisogno di rispondere alla chiamata della natura. Vedendo un pastore, Ravana gli consegnò lo Shivling e se ne andò per farsi sollevare. Poiché lo Shivling era molto pesante, il pastore lo mise a terra e così lo Shivling si stabilì lì.

Pochi di noi si sono svegliati in una fresca mattinata e hanno deciso di fare una passeggiata mattutina per esplorare i dintorni. Era quasi buio quando abbiamo iniziato a camminare. Le stelle ci sorridevano ancora mentre stavamo tremando a morte ma ancora non riuscivamo a resistere alla tentazione di camminare nei piccoli vicoli del vicino villaggio. È stato meraviglioso assistere all'alba. A poco a poco la fredda notte buia si trasformò in una giornata di sole. Era interessante assistere alla vita di un giorno che iniziava languidamente in un piccolo villaggio: le signore erano occupate a prendere l'acqua, preparare il tè e offrire preghiere, mentre gli uomini sorseggiavano pigramente il tè al sole del mattino con i giornali in mano. D'altra parte, i bambini delle scuole si stavano preparando per la loro scuola. Questa è la vita al rallentatore.

Costruire relazioni a Mcleodganj, Upper Dharamshala:

Era una giornata luminosa, con un cielo blu intenso, una fredda brezza da nord e un dolce sole invernale che sorrideva dall'alto. Mcleodganj era la nostra prossima destinazione. La prima tappa è stata la vecchia chiesa San Giovanni nel deserto sulla strada per Mcleodganj a Forsyth Gunj. È una chiesa anglicana dedicata a Giovanni il Battista, costruita nel 1852. Incastonata in una foresta deodar e costruita in stile neo-gotico, la chiesa è anche nota per le sue vetrate belghe. Il sito ha un memoriale del viceré britannico Lord Elgin e un vecchio cimitero. Mentre tutti passeggiavano intorno a quell'area, andammo a Mcleodganj per trovare un hotel economico con una terrazza in modo che potessimo avere falò che stavamo aspettando per tutto il nostro viaggio. Siamo stati abbastanza fortunati da ottenere esattamente quello che stavamo cercando: un hotel decente che si affacciava sulla valle di Kangra con un ampio spazio di fronte alle nostre camere al settimo piano, dove potevamo organizzare una festa notturna. L'unica cosa di cui eravamo a corto era un po 'di legna secca per il fuoco. I ragazzi dell'hotel ci avevano già intimato che c'è una carenza di legna secca da bruciare a causa del rigido inverno. Naddi, un villaggio vicino, era la nostra prossima fermata.

Mcleodganj (Foto di Jace)

Le divinità del tempo erano felici con noi. Non c'era pioggia, l'intera area era coperta di neve bianca e il vento fresco soffiava un piacere per i nostri sensi macchiati della città. Abbiamo apprezzato molto la nostra calda Maggi e pakoras seguita da tè caldo nel tempo freddo. Una piacevole passeggiata per la zona, godersi la serenità e giocare con la neve è quello che abbiamo fatto nelle tre ore che avevamo in Naddi.

Con un brivido nell'aria e una notte buia, ci sedemmo sulla terrazza al settimo piano con le stelle sopra e le luci scintillanti della valle sottostante. Ci siamo sentiti come se stessimo galleggiando da qualche parte nel mezzo delle stelle.

La nostra chiacchierata è stata interrotta da Jitendra, il nostro autista, a cui è stato detto di essere pronto entro le 9 di mattina. Bene, erano già le 11 e non potevamo permetterci di ritardare ulteriormente. Ben presto suonarono le campane delle realizzazioni che è ora di dire addio a questa terra serena e tornare ai nostri rispettivi rifugi della città con il cuore pesante. Ma ciò che rimane ancora è una felice reminiscenza di tutti i bei ricordi in luoghi indimenticabili.

Circa l'autore

Kirat Sodhi ama viaggiare, leggere ed è un appassionato di teatro. Puoi contattarla su twitter @KiratSodhi.

"